Tradizioni nel mondo

Iscriviti alla newsletter

Matrimonio masai

Per i Masai, popolo di guerrieri che vive fra il Kenya e la Tanzania, è il padre della sposa che decide il matrimonio al momento della nascita della piccola.

Il matrimonio, però, si terrà quando il futuro marito avrà raggiunto i trent’anni e avrà dimostrato alla famiglia della sposa di possedere la quantità di bestiame necessaria per poter mantenere la sua famiglia.

Il giorno delle nozze la futura sposa si sottopone ad un lungo rito di vestizione nella casa della propria famiglia, dove le donne la circondano e la ricoprono di teli colorati dentro i quali viene avvolta, mentre seduta sul letto si lascia adornare con gioielli, prevalentemente di colore bianco.

Appena pronta, le viene posta dell’erba dentro le scarpe e poi, con in mano il fimbo (un bastone utilizzato per la pastorizia), lascia la casa del padre che le da la sua benedizione versandole un sorso di latte sul collo.
Si avvia, così, verso la casa del futuro coniuge dove lo sposo attende l’arrivo della sua futura consorte cuocendo carne di capra alla brace.

Giunta nella casa del marito, la promessa sposa siede su una stuoia a capo chino, ricevendo dallo sposoun recipiente composto da una zucca con del latte acido che lei beve per prima, per poi offrirlo ai bambini che le si avvicinano, celebrando, così, il momento più importante della cerimonia.